Sunday, 20 May 2018

louis vuitton accessori borse Al via le celebrazioni per i 100 anni di De Stijl

original louis vuitton outlet Al via le celebrazioni per i 100 anni di De Stijl

Era il 1917 e l Theo van Doesburg dava alle stampe a Leiden il primo numero della rivista Stijl Un magazine che a dispetto della ridotta circolazione solo 30 abbonati , ha avuto il grande merito di lanciare il nuovo movimento modernista che si ispirava ai concetti sull e sul colore elaborati dall e breve sodalizio tra Piet Mondrian e Bart van der Leck.Piet Mondrian, esponente di spicco del Neoplasticismo, la star intorno alla quale ruotano le tre iniziative in programma al Gemeentemuseum dell l museale a cui fa capo la pi grande collezione al mondo di opere dell olandese che include oltre 300 lavori tra cui Victory Boogie Woogie, l dipinto realizzato dal maestro tra il 1942 e il a New York e considerato il suo grande capolavoro.FOTO: LE OPERE DI PIET MONDRIANCon la serie di nuove iniziative in programma, Bruno Tempel, direttore del Gemeentemuseum, intende dare un nuovo passo alla percezione diffusa di Stijl sottolineandone alcuni aspetti innovativi. A cominciare dal fatto che il movimento, con largo anticipo sui tempi, si era dotato di una rivista per comunicare i contenuti della nuova arte. Inoltre gli artisti che aderivano alla nuova corrente lavoravano in modo moderno, contaminando discipline e professioni. E a differenza del Bauhaus che puntava alla produzione di massa, il movimento Stijl si era specializzato nella personalizzazione.Grazie alla ricca collezione permanente di opere e a una serie di importanti prestiti ottenuti per l il Gemeentemuseum si d il compito di riscrivere alcune pagine della recente storia dell indagando sulle intenzioni di Mondrian e affondando la ricerca intorno alla fondazione del movimento StijlIl grande lavoro che oggi si mostra al pubblico deve un tributo alla lungimiranza di Louis Wijsenbeek, direttore del Geementemuseum in carica nel anni del secolo scorso, il quale era desideroso di aprire le porte ad un che avesse la capacit di includere. Nell di allora, citt molto divisa socialmente, l delle opere di Mondrian nelle sale del museo favorito dal sodalizio tra il direttore del Museo e Salomon Slijperil pi grande collezionista di Mondrian dal 1919 contribu a rendere l comunicativa.GLI APPUNTAMENTI AL GEMEENTEMUSEMLe celebrazioni di Stijl cominciano al Gemeentemuseum con un dedicata alla genesi della nuova arte radicale che ha cambiato per sempre i canoni estetici del mondo in cui viviamo. L della palette iconica del movimento Stijl (rosso, giallo e blu) arrivata fino ai giorni nostri, nell e nel design. Inventing a new art (fino al 21 maggio), a cura di Hans Janssen, apre una finestra sul breve sodalizio tra i due artisti e sull esercitata reciprocamente. Dalla selezione delle opere emerge un intenso lavoro di ricerca necessario per arrivare a definire un di massima chiarezza. Ancora oggi le opere comunicano forte dinamismo e grande luminositMondrian e van der Leck si incontrano durante la Grande Guerra nel villaggio di Laren che a quel tempo era una comunit di artisti. L dei colori primari da parte di Bart van der Leck incant Mondrian che dal canto suo era reduce da un a Parigi ed era interessato all di un nuovo concetto di arte, astratta e adatta a offrire una chiave di lettura del nuovo mondo. Entrambi ebbero il grande coraggio di abbandonare definitivamente le confortevoli sponde dell figurativa.Nel 1919 il sodalizio si rompe per sempre, troppe erano le divergenze su vari temi. Mondrian decide di tornare a Parigi. Opere e progetti di Gerrit Rietveld, Piet Zwart e Theo van Doesburg sono al centro dell
louis vuitton accessori borse Al via le celebrazioni per i 100 anni di De Stijl